Curs da dialet arunes: a gennaio si inizia, intanto si raccolgono le pre iscrizioni.

Curs da dialet, il ritorno!

Era stato annunciato e la promessa è stata mantenuta. Torna per il secondo anno il Corso di dialetto promosso dal seguitissimo gruppo (i membri, in costante aumento, sfiorano quota 6.300) «Arona il sorriso più bello del lago Maggiore». Un progetto nato dall’intraprendenza della sua ideatrice e amministratrice Simona Todescato e dell’amico Piero Guazzoni. Guazzoni, aronese doc e depositario di un’infinità di curiosità, informazioni e aneddoti legati alla storia locale, oltre che grande conoscitore del dialetto. E’ lui stesso ad annunciare il “ritorno sui banchi” con l’apertura delle preiscrizioni, all’insegna del suo amato motto «Parlare dialetto non è maleducazione ma arte».

“Sarà ancora più bello”

«Visto il successo dell’anno passato – commenta Guazzoni – sono convinto che saremo in tanti. Fa piacere sentire la gente che ti domanda “alura quand cumincium?”. Si vede che quella di non dimenticare il nostro dialetto, le nostre tradizioni e la nostra Arona non è stata una brutta idea, e sono contento. Il corso del 2019 sarà pieno di novità, stiamo lavorando per renderlo ancora più bello e interessante».

Leggi anche:  Allarme ad Arona: finti addetti del Medio Novarese svaligiano casa

A fine gennaio

Il «curs da dialet arunes» inizierà per la fine di gennaio 2019 e terminerà a giugno. Date e orari verranno comunicati più avanti, ma probabilmente si tratterà di due incontri mensili serali, indicativamente il mercoledì. Intanto, per chi lo desiderasse, è possibile preiscriversi su Facebook indicando nome e cognome (cercando l’evento “2* Curs da dialet Arunes – preiscrizioni” raggiungibile anche dalla pagina del Sorriso più bello). Si consiglia di inviare anche un Sms o chiamare Simona Todescato al 338.8037263. L’intento è creare un elenco di nomi con i relativi numeri.

Giornale di Arona media partner

Anche quest’anno il Giornale di Arona ha il piacere di fare da «media partner» dell’iniziativa, seguendola in tutte le sue fasi, dandone rilievo sulle pagine del settinanale e anche sul nostro sito web. Un modo ulteriore per essere vicini al territorio aronese, alla sua gente e alle sue tradizioni.