Inversione al casello di Romagnano, un 48enne finisce nei guai. Lo riportano i colleghi di notiziaoggi.it.

Inversione al casello di Romagnano

Un 48enne camionista è finito nei guai per una inversione a “U” al casello autostradale di Romagnano, proprio sotto gli occhi della pattuglia della Polstrada che era intenta a prendere servizio. E’ successo venerdì intorno alle 14, gli agenti erano usciti dalla caserma quando a pochi metri l’autocarro guidato dal 48enne proveniente da Alessandria si è messo a fare una inversione prima del casello per poi immettersi nuovamente sulla A26 direzione Borgomanero.

Gli agenti lo hanno inseguito e fermato in una piazzola dopo un chilometro. Hanno contestato all’autista la manovra, ma lo hanno sottoposto anche all’alcol test scoprendo che aveva un valore di 1,38 grammi/litro, invece avrebbe dovuto avere un valore zero per il lavoro svolto.

Il 48enne ha accumulato una serie di sanzioni: revoca della patente per la manovra non autorizzata, tre mesi di fermo del veicolo, una multa che potrà andare da 2000 a 6000 euro, la denuncia per guida in stato di ebbrezza. Tra l’altro era alla guida di un autocarro che trasportava materiale pericoloso, per la precisione solventi.