Il progetto “Cine Da Vinci” dell’Istituto Tecnico Statale Leonardo Da Vinci di Borgomanero è risultato tra le migliori proposte nazionali ed unico progetto vincitore nelle province di Novara e Verbania per l’Azione “CinemaScuola LAB” nell’ambito del “Piano Nazionale del Cinema per la Scuola” promosso dal MIUR e dal MiBACT.

“Cine Da Vinci”: cos’è

Cine Da Vinci” è un laboratorio di cinema con attrezzature professionali, che ospiterà 11 masterclass tenute da professionisti del cinema provenienti da Roma, Milano e Torino, ma è anche  una rassegna cinematografica a cadenza mensile per tutta la scuola.  Tra gli obiettivi del progetto: incentivare il fare cinema e l’apprendimento attraverso il learning by doing; permettere un avvicinamento alla storia del cinema e un’alfabetizzazione al linguaggio cinematografico; saper vedere e analizzare il linguaggio audiovisivo; incontrare il mondo del lavoro attraverso professionisti del settore; arricchire le competenze con attrezzature professionali; fornire stimoli e incontri per una formazione post-diploma in ambito audiovisivo. Il progetto è rivolto a tutti gli studenti dell’IT Da Vinci e in particolare ai frequentanti il corso di grafica e comunicazione, che saranno i principali fruitori del laboratorio.

Il progetto si articola in diverse attività:

  1. la costruzione di un laboratorio permanente con attrezzature cinematografiche professionali per la produzione audiovisiva che va ad arricchire il corso di Grafica e Comunicazione dell’Istituto;
  2. 11 masterclass con professionisti del settore cinematografico tra febbraio e luglio 2019 aperte agli studenti e ad ex studenti;
  3. una rassegna cinematografica a cadenza mensile a cui parteciperanno tutte le classi del triennio dell’Istituto (un’utenza di circa 700 tra ragazzi e ragazze) che servirà come alfabetizzazione di base al linguaggio cinematografico;
  4. un piccolo film realizzato con e dagli studenti, i quali saranno sia troupe sia personaggi della narrazione, in modo da permettere di fare esperienza pratica di SET. Il risultato di questo lavoro sarà proiettato ad ottobre 2019 al Filmmaker Fest 2019, festival cinematografico decennale partner del progetto.
Leggi anche:  In Marazza gli incontri con Vitali e Cottarelli

I soggetti coinvolti

Diversi i soggetti coinvolti, a vario titolo, dal progetto: il Comune di Borgomanero, la società di produzione torinese Stefilm, il Filmmaker Festival di Milano, L’AAMOD di Roma, l’associazione Cameramano di Roma, l’associazione B.A. FILM FACTORY di Busto Arstizio, l’associazione Asilo Bianco di Ameno. Tra i professionisti appartenenti alle realtà partner, hanno aderito alle masterclass: il regista Bruno Oliviero, il direttore del Filmmaker Luca Mosso, i produttori Eduardo Fracchia e Luca Ricciardi, l’archivista Letizia Cortini, la montatrice Carlotta Cristiani, il fonico Marco Neri, il montatore del suono Alessandro Quaglio, il direttore della fotografia Eugenio Barzaghi e l’attrice Lara Brucci.

L’obiettivo è una crescita culturale

La grande ambizione di questo progetto è suscitare una crescita culturale, sia nei confronti del cinema, offrendo alle giovani generazioni una maggiore familiarità con il linguaggio e il mondo cinematografico, sia nei confronti della realtà stessa: il cinema può ancora oggi far nascere un pensiero critico, può far problematizzare il reale. Il cinema veicola per sua natura l’“identificazione con lo sguardo di un altro”, e per questo motivo può essere uno strumento di crescita culturale. I ragazzi hanno realizzato già un video promozionale, eccolo di seguito: