Nondisolopane premiata: un successo per i volontari e le associazioni dell’Aronese del Borgomanerese.

Nondisolopane premiata: ecco perché

Il progetto della ristorazione solidale è stato valutato tra le dieci più significative esperienze a livello nazionale e un esempio di riferimento. La premiazione nell’ambito della campagna «Buon fine allo spreco!» organizzata da Coop. L’obiettivo era rendere ancora più consapevoli i cittadini sulla possibilità di ridurre gli sprechi alimentari. Una priorità per motivi ecologici, economici ed etici. Questa attività di sensibilizzazione era inserita nelle numerose iniziative del «CaterRaduno». L’evento annuale dalla popolare trasmissione radiofonica di Rai 2 Caterpillar  si è tenuto alcuni giorni fa Senigallia nella Marche.

Grande motivo di orgoglio

“Siamo molto orgogliosi per questo importante riconoscimento nazionale”. Così Davide Colombo presidente della Rete Nondisolopane. “Riconoscimento che va a premiare l’impegno di tutti i volontari delle associazioni. E costituisce un ulteriore stimolo per intensificare ancora di più il nostro impegno verso le fasce più deboli”. Il riconoscimento è stato ritirato da Massimiliano Caligara, presidente del circolo di Legambiente «Gli Amici del Lago». L’associazione infatti è stata tra i fondatori della Rete. E ha svolto il ruolo di capofila (fino ad agosto 2013) e attuale amministratore.

Leggi anche:  Basket al palazzetto si lanciano i peluche in campo

La Rete Nondisolopane

La Rete raccoglie attorno a progetti di solidarietà sociale 16 associazioni no profit. Si avvale inoltre del patrocinio e sostegno del Comune di Arona e del contributo di privati, aziende, associazioni e fondazioni.  Il progetto in un anno eroga nelle sedi di Arona e Borgomanero oltre 8.000 pasti gratuiti a persone in situazione di fragilità.  E’ attivamente sostenuta dalla Fondazione Comunità Novarese che ha anche aperto un conto corrente dedicato alla Rete e alle sue iniziative.

In foto Caligara al centro insieme agli altri premiati.