Nuova acquisizione di Habilita in Piemonte. All’acquisizione della Casa di Cura “I Cedri” di Farà Novarese (No) risalente alla fine del 2016, si aggiunge ora Villa Igea.

Nuova acquisizione di Habilita

Il Gruppo Habilita incrementa la sua presenza in Piemonte. All’acquisizione della Casa di Cura “I Cedri” di Farà Novarese (No) risalente alla fine del 2016, si aggiunge ora Villa Igea, struttura con sede ad Acqui Terme (Al). Con questa operazione Habilita mette
a disposizione del territorio piemontese due presidi altamente specializzati, soprattutto nel settore dell’ortopedia protesica.

Villa Igea conta oggi circa 170 dipendenti e un centinaio di medici. Si tratta di una realtà fortemente radicata sul territorio e caratterizzata dall’indiscussa qualità dei servizi offerti. A conferma di ciò si sottolinea la presenza, in questa struttura, di professionisti di fama nazionale.

Con questa acquisizione Habilita conferma la sua dimensione a livello nazionale, posizionandosi a pieno titolo tra i primi 15 gruppi del settore ospedaliero. Alcuni numeri per riassumere le sue dimensioni: il nuovo investimento in Piemonte consente al gruppo bergamasco di superare i 400 posti letto complessivi. Molto importanti anche i numeri riguardanti il personale: tra dipendenti e collaboratori oggi Habilita si avvicina alle 1500 unità. Il suo fatturato tocca gli 80 milioni annui. Con l’inserimento di Villa Igea cresce anche l’attività delle sale operatorie, raggiungendo le 1.700 protesi annue (soprattutto spalla, anca e ginocchio).

Leggi anche:  Avvicendamento ai vertici regionali di Trenitalia

Habilita prosegue così nella sua politica di investimenti finalizzati all’acquisizione di strutture di alto livello che possano garantire l’offerta di servizi d’eccellenza.
L’obiettivo di Habilita, fin dalle sue origini (1979) è sempre stato quello di proporre una sanità di qualità e l’acquisizione di Villa Igea si inserisce perfettamente nella strategia del gruppo sanitario bergamasco.