Nuova sala consiliare a Borgo Ticino: l’inaugurazione è prevista sabato 13 ottobre, insieme a quella della pinacoteca.

Nuova sala consiliare apre i battenti

Il giorno, tanto atteso dai borgoticinesi sta per arrivare. Infatti, l’Amministrazione ha invitato tutta la cittadinanza a partecipare all’inaugurazione, sabato 13 ottobre, alle 17.30, della nuova sala consiliare e della pinacoteca comunale. Le due strutture saranno collocate nella nuova sede comunale in via Circonvallazione. L’immobile in questione è nell’occhio del ciclone da più di 10 anni. In questo lungo periodo sono sorte tante polemiche, dal progetto, ai lavori non ancora terminati, ma soprattutto per il costo della sua costruzione: circa 1 milione e 600 mila euro.

Una novità storica

Per il “nuovo” Municipio ci sono importanti novità, discusse anche durante l’ultima adunanza del Consiglio comunale di Borgo Ticino, nella serata di martedì 2 ottobre. “Finalmente la sala consiliare e la pinacoteca, abbandonano le mura della biblioteca comunale in via Gagnago, e s’insediano in quella che sarà la loro collocazione permanente – spiega il sindaco Alessandro Marchese – l’inaugurazione rappresenta un passaggio formale, i “veri” cambiamenti avverranno nei prossimi mesi”.

Leggi anche:  Borgo Ticino: rimorchio travolge passante

L’obiettivo è accorpare i servizi e ridurre i consumi

“Nel nostro programma elettorale  – continua il sindaco – abbiamo indicato l’accorpamento di tutti gli uffici comunali nella sede di via Circonvallazione. Nell’edificio che attualmente ospita la Polizia locale, la quale si trasferirà nell’edificio all’interno del cortile della sede comunale storica, in via Vittorio Emanuele II. E qui si sposteranno i sindacati e le varie associazioni. Tale dislocazione è una scelta funzionale, puntando, così, al raggiungimento di benefici e alla riduzione dei consumi”. Durante la cerimonia d’inaugurazione, dopo il saluto dell’Amministrazione comunale e la presentazione delle sale, alle 18.30, Pro loco – sezione Spazio Arte offrirà un rinfresco a tutti i presenti.