Olimpiadi invernali, il dibattito continua e tocca anche il Novarese e il Vco.

Olimpiadi  invernali, il commento

La decisione del sindaco di Torino di candidare la città all’edizione 2026 delle Olimpiadi invernali può essere condivisibile, ma con un auspicio. Inizia così l’intervento di Mirella Cristina, neo eletta per Forza Italia alla Camera dei Deputati nel collegio Vco-Alto Novarese. Cristina chiede infatti “che queste Olimpiadi siano non solo di Torino e della sua cintura, ma di tutto il Piemonte”.

La precedente edizione

“È ancora vivo il ricordo della precedente edizione torinese dei Giochi, quella del 2006, quando le ricadute sul resto del territorio piemontese furono davvero minime”. Così parla la neo deputata, che aggiunge: “Le montagne piemontesi non sono solo Sestriere e la Val Susa. Il governatore Chiamparino, che le cronache danno particolarmente attivo nello sponsorizzare un’alleanza M5S-Pd per il prossimo governo, dovrebbe invece ricordarsi che è il presidente del Piemonte. E mettersi al lavoro su come garantire le massime ricadute derivanti da questa opportunità a tutta la regione. Territorio del Vco compreso”.

Leggi anche:  Manifesto Salvini - “Basta terroni! Fuori dall’Italia”, ma è un fake

Un tema che fa discutere

Nei giorni scorsi sull’argomento si sono già espressi in molti, dividendosi tra favorevoli e contrari. E il dibattito sembra destinato a proseguire.