Ospedale Maggiore di Novara si conferma un’eccellenza in vari campi anche grazie al primo intervento di vitrectomia in Italia.

L’intervento all’ospedale Maggiore

La Struttura complessa di oculistica (diretta dal dott. Stefano De Cillà) dell’azienda ospedaliero-universitaria di Novara è stata la prima in Italia a effettuare nei giorni scorsi un intervento di vitrectomia per patologia vitreo-retinica con una nuova tecnologia. Si tratta di un vitrectomo con attuazione pneumatica ad alta velocità che garantisce la massima riduzione delle trazioni vitreo-retiniche in tutte le situazioni chirurgiche. Tutto ciò garantisce la massima sicurezza anche per interventi di maggiore complessità come ad esempio nei distacchi di retina complicati.
La potenzialità di questa nuova tecnologia è sfruttabile per tutte le patologie vitro-retiniche come nei pucker maculari o membrane epiretiniche, nei fori maculari, nelle retinopatie diabetiche che necessitano di chirurgia. Si conferma così l’alto livello tecnologico raggiunto all’ Oculistica di Novara, centro di riferimento del Piemonte Orientale per l’elevata specializzazione.