Parkinson giornata mondiale: l’intervento dell’assessore regionale Saitta

Parkinson giornata mondiale oggi, 11 aprile

Sono quasi 23mila, secondo il censimento delle associazioni dei pazienti, le persone colpite dalla Malattia di Parkinson in Piemonte. Questo a fronte di una stima di circa 250mila persone a livello nazionale. Numeri che rendono questa malattia la seconda fra le patologie neurodegenerative per pazienti colpiti, dopo l’Alzheimer.

L’assessore regionale

“La nostra sanità necessita sempre più di una nuova sensibilità per affrontare i problemi e le esigenze della popolazione. La presa in carico dei pazienti cronici è la grande sfida che stiamo affrontando. Per cominciare a strutturare le risposte la Regione Piemonte ha appena avviato il piano della cronicità”. Sottolinea l’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta. L’assessore questa mattina è intervenuto al convegno organizzato dalla Città della Salute di Torino, dall’associazione Amici Parkinsoniani del Piemonte e dalla sezione torinese dell’Associazione Parkinsoniani. Un appuntamento in occasione della Giornata Mondiale del Parkinson che si celebra oggi.

Il piano della cronicità

“Con il piano della cronicità – aggiunge l’assessore Saitta – vogliamo sviluppare un sistema di presa in carico del paziente da parte dei medici di famiglia e dei centri specializzati.  Questo con il coordinamento di tutti i professionisti e con il contributo del mondo associativo. Stiamo già iniziando le sperimentazioni all’interno delle quattro comunità di pratica previste, che vedono il coinvolgimento di 15 operatori diversi del mondo della sanità. In autunno avremo i primi riscontri. Con l’obiettivo di arrivare a un percorso definito di cura e di responsabilità per tutti i soggetti coinvolti”.

Leggi anche:  Stasera le note di Riccardo Pampararo in villa Marazza

Proprio per migliorare il percorso diagnostico e la collaborazione con gli ambulatori, fin dall’inizio dello scorso anno la Giunta regionale ha riconosciuto presso la Città della Salute il Centro regionale di riferimento per il Parkinson diretto dal professor Leonardo Lopiano, affiancato da una rete regionale che si occupa della presa in carico delle persone in tutte le fasi della malattia.