Popolazione cala ad Arona, nel 2017 un vero tracollo, e intanto crescono i paesi della zona circostante.

Popolazione cala ad Arona e a Borgomanero

La fotografia scattata dagli uffici demografici del circondario traccia un profilo chiaro. Nel 2017 le città più grandi della zona dell’Aronese e del Borgomanerese hanno perso terreno. E così se Borgomanero l’anno scorso era cresciuta di 41 abitanti, quest’anno segna un saldo negativo di 44 persone. Un discorso diverso va fatto invece per Arona, dove il dato è il più negativo di tutto il circondario. Nel 2017 la città è scesa sotto quota 14mila abitanti, con una vera e propria emorragia di residenti, che ha portato gli uffici a segnare un saldo negativo totale di -148 abitanti. In questo caso, contrariamente a quanto è avvenuto invece ad esempio per Borgomanero, a essere negativi sono sia i dati che riguardano la natalità (96 nati a fronte di 209 morti è davvero un particolare che fa riflettere), sia quelli sull’immigrazione di nuovi cittadini all’ombra del Sancarlone.

Il record positivo spetta invece a Oleggio Castello

Tra i comuni dove è stata registrata una crescita nella popolazione totale, balza subito all’occhio un particolare. Il saldo della natalità è sempre negativo. nascono cioè molti meno bambini rispetto alle persone che vengono a mancare. Nei comuni dove però si registra una crescita, questo cambiamento è controbilanciato dagli immigrati, provenienti sia dall’Italia (da altri comuni dello Stivale), sia dall’estero. E così se la crescita più importante è stata registrata a Oleggio Castello, dove nel corso di un anno sono arrivati in paese ben 88 nuovi abitanti, non sfigurano neanche Castelletto (+79 abitanti) e Paruzzaro (+40 residenti).