Produzione industriale con il segno meno per la regione: è quanto emerge dall’indagine di Unioncamere Piemonte.

Produzione industriale in negativo

La produzione industriale piemontese porta il segno negativo. Dopo tredici trimestri consecutivi segnati da una crescita, tra luglio e settembre è tornato il trend sotto lo zero. L’indagine congiunturale di Unioncamere riporta infatti un meno 0,2%. L’analisi, condotta in collaborazione con Confindustria Piemonte, Intesa Sanpaolo e Unicredit, ha toccato 1.245 imprese, con 85.700 addetti.

Un’inversione preoccupante

«In questo trimestre il Piemonte è tornato ad essere fragile: dopo più di tre anni di crescita, la manifattura torna ad avere un risultato negativo – commenta il presidente di Unioncamere Piemonte, Vincenzo Ilotte – Questa inversione di tendenza ci preoccupa, anche perché è legata ad un più esteso senso di incertezza che sta minando la fiducia dei nostri imprenditori e consumatori. La crescita del settore manifatturiero risulta quindi essenziale per il mantenimento occupazionale e competitivo del nostro territorio».