Ricerca sul cancro: la margherita solidale di Airc.

Ricerca sul cancro

Per il sesto anno consecutivo Aicg (Associazione Italiana Centri Giardinaggio) e i suoi associati, da sempre sensibili alle tematiche sociali e alle iniziative benefiche, rinnovano il sostegno alla ricerca sul cancro di Airc, e lo fanno ancora una volta scegliendo la margherita, fiore della purezza per eccellenza e prodotto made in Italy al 100%.A Novara e provincia partecipano all’iniziativa Fasoli piante di Novara, Azienda Floricola Donetti di Romagnano Sesia e Az. Agr. F.lli Zanet di Prato Sesia, dove si potranno trovare le margherite solidali al prezzo di 4,50 euro: per ogni margherita venduta, 1.50 euro sarà devoluto ad Airc per sostenere una nuova borsa di studio istituita grazie all’impegno di Aicg.

I risultati del 2018

Lo scorso anno la “Margherita per Airc” è stata presente in più di 70 centri di giardinaggio Aicg e ne sono stati venduti 27mila esemplari, grazie ai quali sono stati raccolti più di 30.000 euro. Fondi che hanno consentito di finanziare la terza e ultima annualità di una borsa di studio assegnata alla dottoressa Olga Tanaskovic (Istituto Europeo di Oncologia), impegnata in un progetto di ricerca sui meccanismi biologici alla base della leucemia.

Leggi anche:  Sarà lunedì in Duomo il funerale di Antonella Colella

La margherita

Ogni pianta di Margherita recherà un’etichetta “parlante” con qr code, grazie al quale sarà possibile accedere a una serie di contenuti speciali: testi, video e immagini per scoprire più nel dettaglio il progetto, le caratteristiche e le informazioni sulla coltura e sulla manutenzione della margherita, oltre alle informazioni su Aicg, Airc e il progetto di ricerca finanziato in questi anni.