I volontari del Rifugio Miletta hanno pubblicato il bilancio del 2017.

Il bilancio del Rifugio Miletta

“Cari amici, per il Rifugio Miletta sta terminando un anno importante. Un anno molto faticoso in cui abbiamo conosciuto persone ed animali splendidi e in cui abbiamo perso compagni di viaggio molto importanti. Un anno in cui per settimane consecutive dormire era un optional. Un anno in cui neppure il giorno di Natale abbiamo potuto riposare”.

Tra qualche giorno la relazione conclusiva CRAS

In attesa della relazione ufficiale, i volontari snocciolano qualche numero, aggiornato al 22 dicembre. “Da gennaio 2017 abbiamo soccorso 259 animali, 157 siamo riusciti a salvarli, 102 no. Purtroppo, nonostante il nostro impegno, non riusciamo a raccontare sempre storie a lieto fine, per due motivi. La tempestività. Capita frequentemente che chi investe l’animale non si fermi per far partire i soccorsi ed attenderli sul posto e che quindi veniamo chiamati ore ed ore dopo l’incidente”. “Questi ritardi abbassano notevolmente la probabilità di sopravvivenza degli animali che arrivano qui. La violenza dell’impatto, se si tratta di investimento. Quando arriviamo sul posto l’impatto può essere stato così violento che non c’è più nulla da fare”.

Leggi anche:  Novara pensionato vince 300 mila euro al Gratta e Vinci

Molti animali sono già stati reintrodotti in natura

“Dei 157 salvati – spiegano dal rifugio – 101 sono già stati reintrodotti in natura. Dei 57 rimanenti, 10 rimarranno per sempre con noi e diventeranno rifugiati, gli altri 47 verranno rilasciati più avanti quando le loro condizioni di salute lo permetteranno”. Il rifugio ospita inoltre anche diversi animali in cerca di adozione. Chiunque avesse voglia di adottare un cane o un gatto donandogli una casa e una famiglia può contattare i volontari sul loro sito, cliccando qui.