Safer Internet Day: Fondazione Carolina lancia l’hashtag #postaconiguanti per combattere il cyberbullismo.

Safer Internet Day

In occasione della settimana contro il bullismo, che sarà dal 4 al 10 febbraio, Fondazione Carolina lancia l’hashtag #postacoiguanti. Saranno posizionati guanti sui cancelli per dire “no” a ogni forma di bullismo, compreso quello digitale.

L’iniziativa e le Onlus

L’iniziativa  parte da Fondazione Carolina, la no profit fondata da Paolo Picchio in memoria della figlia, prima  vittima italiana di cyberbullismo, a soli 14 anni. Una proposta sviluppata con gli educatori di Pepita  Onlus e Cuore e Parole, che ha trovato da subito il sostegno della Fondazione Oratori  Milanesi. Gli  oratori dell’Arcidiocesi di Milano ospiteranno laboratori, testimonianze,  giochi e dibattiti sul rapporto tra minori e nuove tecnologie, ma il  progetto  coinvolge gli oratori di tutta Italia, Novarese compreso. Solo nella  fase preliminare si sono registrate adesioni da sei regioni.

I commenti

“Il guanto è simbolo di protezione e di  calore, ovvero – commenta il dg di Fondazione Carolina, Ivano Zoppi – ciò che ogni giorno cercano  milioni di ragazzi che frequentano gli oratori, l’ultimo autentico baluardo educativo». Dopo scuola e  famiglia, sono infatti le parrocchie il luogo in cui i ragazzi trascorrono più tempo; bambini e  adolescenti di culture, etnie e religioni diverse che si confrontano, convivono, giocano e studiano. «In questo tempo di muri, ponti interrotti e porti chiusi aggiunge Zoppi – i cancelli degli oratori sono  sempre aperti. Proprio su queste cancellate invitiamo i ragazzi e le famiglie ad appendere un  guanto, sinonimo di attenzione e di cura nelle nostre relazioni quotidiane, dentro e fuori la rete”. Il cyberbullismo è un pericolo, soprattutto per i giovanissimi, ma riguarda tutti.

Leggi anche:  A Borgomanero la 4ª edizione del concorso Studente dell'anno junior

Per partecipare

Per partecipare,  basta un vecchio guanto, da posizionare sui cancelli, sugli alberi, ma anche solo da condividere sui social, con l’hashtag #postaconiguanti. Tra le attività proposte, la diffusione del decalogo #aprovadisocial destinato a sensibilizzare i ragazzi a un uso corretto delle tecnologie (il decalogo sarà scaricabile dal sito di Fondazione Carolina); un incontro di catechesi sia per i bambini della primaria che per i ragazzi della secondaria di primo grado per discutere del tema cyberbullismo e uso corretto delle nuove tecnologie; un incontro con adolescenti e uno per la comunità educante.