Safer Internet Day: Fondazione Carolina lancia l’hashtag #postaconiguanti per combattere il cyberbullismo.

Safer Internet Day

In occasione della settimana contro il bullismo, che sarà dal 4 al 10 febbraio, Fondazione Carolina lancia l’hashtag #postacoiguanti. Saranno posizionati guanti sui cancelli per dire “no” a ogni forma di bullismo, compreso quello digitale.

L’iniziativa e le Onlus

L’iniziativa  parte da Fondazione Carolina, la no profit fondata da Paolo Picchio in memoria della figlia, prima  vittima italiana di cyberbullismo, a soli 14 anni. Una proposta sviluppata con gli educatori di Pepita  Onlus e Cuore e Parole, che ha trovato da subito il sostegno della Fondazione Oratori  Milanesi. Gli  oratori dell’Arcidiocesi di Milano ospiteranno laboratori, testimonianze,  giochi e dibattiti sul rapporto tra minori e nuove tecnologie, ma il  progetto  coinvolge gli oratori di tutta Italia, Novarese compreso. Solo nella  fase preliminare si sono registrate adesioni da sei regioni.

I commenti

“Il guanto è simbolo di protezione e di  calore, ovvero – commenta il dg di Fondazione Carolina, Ivano Zoppi – ciò che ogni giorno cercano  milioni di ragazzi che frequentano gli oratori, l’ultimo autentico baluardo educativo». Dopo scuola e  famiglia, sono infatti le parrocchie il luogo in cui i ragazzi trascorrono più tempo; bambini e  adolescenti di culture, etnie e religioni diverse che si confrontano, convivono, giocano e studiano. «In questo tempo di muri, ponti interrotti e porti chiusi aggiunge Zoppi – i cancelli degli oratori sono  sempre aperti. Proprio su queste cancellate invitiamo i ragazzi e le famiglie ad appendere un  guanto, sinonimo di attenzione e di cura nelle nostre relazioni quotidiane, dentro e fuori la rete”. Il cyberbullismo è un pericolo, soprattutto per i giovanissimi, ma riguarda tutti.

Leggi anche:  Ex carcere all'asta: la base è 280mila euro

Per partecipare

Per partecipare,  basta un vecchio guanto, da posizionare sui cancelli, sugli alberi, ma anche solo da condividere sui social, con l’hashtag #postaconiguanti. Tra le attività proposte, la diffusione del decalogo #aprovadisocial destinato a sensibilizzare i ragazzi a un uso corretto delle tecnologie (il decalogo sarà scaricabile dal sito di Fondazione Carolina); un incontro di catechesi sia per i bambini della primaria che per i ragazzi della secondaria di primo grado per discutere del tema cyberbullismo e uso corretto delle nuove tecnologie; un incontro con adolescenti e uno per la comunità educante.