Scuole superiori interventi previsti nel novarese.

Scuole superiori i fondi sistemeranno le scuole

“Negli ultimi due mesi dell’anno la Provincia avvierà ulteriori interventi per le scuole superiori del nostro territorio”, lo ha dichiarato il consigliere provinciale Andrea Crivelli.

Che cosa si farà

All’Ipsia Bellini “si concludono i lavori di progettazione a cui sono destinati anche due altri nuovi e importanti interventi: circa 26mila euro per la risistemazione dell’illuminazione della palestra, a oggi assolutamente inadeguata 200mila  per l’ottenimento della scia antincendio, tramite fondi regionali”, ha continuato Crivelli.

Nervi e Casorati

L’altra parte dei 500mila euro che la Regione mette a disposizione sarà dedicato al Nervi, con la medesima finalità, dove entro fine anno saranno realizzati anche i lavori per la realizzazione di un’aula da destinare al liceo Casorati e che permetterà di ricavare in altri spazi la seconda aula danza per i ragazzi e le ragazze dell’indirizzo coreutico, – ha detto il consigliere – inoltre quindici delle centrali di pompaggio  trovano in altri 26mila euro le risorse necessarie per la loro sistemazione; per le restanti tre sono già previsti interventi su due di esse ed è in fase di progettazione l’intervento sull’ultima”.

Leggi anche:  Regione Piemonte: 600mila euro a favore dei vigili del fuoco

55.000 euro per salubrità edifici

Sono inoltre state destinate nuove risorse, più precisamente 55mila euro, per interventi urgenti sulla salubrità degli edifici o la mitigazione di infiltrazioni: nello specifico il complesso di via Aldo Moro a Borgomanero, il Fermi di Arona, il Pascal di Romentino e interventi sia sull’edificio scolastico sia sulla palestra utilizzati dal Ravizza e dal Bonfantini a Vignale.

Il commento

“Devo ringraziare il vice presidente Massimo Marcassa, che nella predisposizione dell’ultima variazione di bilancio è riuscito a mettere a disposizione tutte le risorse finanziarie da destinare all’edilizia scolastica trovandole nelle pieghe del bilancio. Abbiamo dimostrato una particolare attenzione all’edilizia scolastica – ha concluso Andrea Crivelli – che sono certo che la nostra amministrazione provinciale riserverà anche in futuro, al fine di rendere le scuole superiori del novarese più sicure e accoglienti per i nostri ragazzi”.