Sentire bene è fondamentale. Secondo il Ministero della Salute sono ben 7 milioni gli italiani che soffrono di disturbi uditivi, ma solo l’11% di questi si cura in modo adeguato. La scienza e la tecnologia ci vengono incontro, con nuove proposte in grado di rispondere alle nostre esigenze. Stiamo parlando di Capto, il nuovo apparecchio acustico capace di lavorare col cervello per aiutarci a comprendere le conversazioni nel rumore. E selezionare quello che si desidera ascoltare in qualsiasi ambiente sonoro.

Sentire bene con Capture

Alla base c’è l’innovativa tecnologia Capture, nuova frontiera del sentire bene. Questa analizza l’ambiente circostante in modo veloce e completo, riuscendo a distinguere le voci dai rumori e offrendo un’esperienza di ascolto chiara e confortevole. Se non viene stimolato il cervello si annoia e se gli stimoli sono scadenti non riesce a ricordare bene. Grazie alla sua tecnologia intelligente e dinamica, con Capto sarà possibile sentire con poco sforzo, mantenendo il tuo cervello efficiente.

Provare l’apparecchio acustico è importante

Una pratica da non fare: sottovalutare l’ipoacusia. Non sentire bene può provocare il decadimento cognitivo, l’isolamento sociale e l’impoverimento della qualità della vita. I nuovi apparecchi acustici che sfruttano la tecnologia Capture si possono anche provare gratuitamente e senza impegno nei centri Audiofocus Maico. In questo modo l’utilizzatore potrà valutare i reali benefici nelle proprie situazioni quotidiane. Inoltre l’audioprotesista avrà l’opportunità di affinare le regolazioni, basandosi su dati reali. E di conseguenza intraprendendo un corretto percorso di adattamento.

Leggi anche:  Novara pensionato vince 300 mila euro al Gratta e Vinci

Il Bluetooth offre nuove possibilità

Perché non sfruttare le potenzialità della tecnologia per goderci i piccoli piaceri quotidiani? Grazie ai nuovi apparecchi Capto sarà possibile collegarsi tramite Bluetooth alle sorgenti sonore esterne. Ecco dunque nuove possibilità alla comunicazione e alla fruizione per esempio della tv. Dire basta al perdere parte dei dialoghi di un film ora è facile. Insomma, l’apparecchio, ora anche ricaricabile, ha una connessione diretta con televisore e telefono.