Tariffe del servizio idrico modificate con un vantaggio per le persone sole e per coloro che hanno un consumo di acqua più limitato.

Tariffe meno care

Lo ha deciso l’assemblea dell’ATO 1 approvando la nuova struttura dei corrispettivi 2018 che sarà applicata anche retroattivamente dal 1 gennaio di quest’anno. “Il provvedimento è stato pensato per favorire persone anziane e nuclei familiari che effettuano consumi limitati”. Lo spiega Matteo Besozzi, presidente dell’assemblea dell’ATO in qualità di presidente della Provincia di Novara. “Il risparmio medio sarà di circa 7 euro all’anno, un segnale di attenzione riguardo soprattutto anziani e persone sole. I cambiamenti in bolletta, nei prossimi anni, favoriranno anche i nuclei familiari numerosi”.

Nell’assemblea dell’ATO che si è svolta lunedì al Tecnoparco di Verbania sono state deliberate anche importanti novità per quanto riguarda la programmazione e gli investimenti. “Gli investimenti da realizzare nei prossimi otto anni sono stati incrementati di oltre 40milioni di euro. – prosegue Besozzi – Gli interventi riguarderanno entro il 2026 acquedotti, fognature e depurazioni nei 140 Comuni delle province di Novara e VCO che costituiscono l’ATO”.

Leggi anche:  Alcol e minori: la battaglia del sindaco Gusmeroli