Tav bocciata, la linea alta velocità Torino-Lione non passa l’analisi del professor Marco Ponti. Lo riportano i colleghi de ilcanavese.it

Tav bocciata

E’ stata consegnata al Governo l’analisi costi-benefici sulla realizzazione della Tav commissionata ad una squadra di esperti presieduta dal professor  Marco Ponti. L’analisi però boccia la linea Alta velocità che non sarebbe “conveniente” secondo quanto elaborato dalla commissione. Era stato lo stesso ministro dei trasporti Toninelli a commissionare sette mesi fa l’analisi a Ponti, già critico in passato sulla realizzazione di grandi opere.

I motivi

Il documento è lungo e dettagliato ma in buona sostanza quello che concludono gli esperti dopo la loro analisi è che il costo della realizzazione della Torino-Lione sarebbe troppo elevato rispetto agli effettivi benefici che questa comporterebbe. Ovvero, il costo per il completamento dell’opera (270 chilometri in tutto di cui sono già stati realizzati 21 chilometri di gallerie), supererebbe gli effetti benefici della diminuzione dei tempi di percorrenza e quelli dello spostamento del traffico dalla gomma alla rotaia (e quindi di conseguenza anche gli effetti benefici della crescita economica).

Leggi anche:  Ladri golosi: rubano e poi si mangiano lo spezzatino

Il commento del governatore Chiamparino

Il governatore della Regione Piemonte Sergio Chiamparino è intervenuto sulla questione chiedendo l’intervento del Governo stesso:

A questo punto non c’è più alcuna ragione per differire una decisione: il governo ci faccia sapere in fretta cosa intende fare. Per parte mia sabato prossimo parteciperò alla manifestazione torinese Sì Tav per sottolineare la necessità, senza ulteriori indugi, di una decisione favorevole alla sua realizzazione.