Trenta dipendenti Ikea sospesi: rubavano mobili cambiando i prezzi. La scoperta grazie a un’indagine interna.

Trenta dipendenti Ikea sospesi

CORSICO – Sono 30 i dipendenti dell’Ikea di Corsico allontanati dal negozio e sospesi. Un provvedimento che fa seguito a un intervento disciplinare arrivato dopo un’indagine interna che ha messo in luce una situazione di “gravi illeciti”.

Alcuni illeciti contestati dall’azienda

Si parla di merce rubata, nei fatti, sottratta allo store di via Marchesi con stratagemmi. Uno di questi, prevedeva la collaborazione di almeno una dozzina di dipendenti, sorpresi a togliere le etichette originali dei prezzi e appiccicarne altre che appartenevano, in origine, ai prodotti esposti nell’Angolo delle Occasioni, dove si trova la merce a prezzi molto ribassati. Quindi, un lampadario, un materasso, uno sgabello, venivano pagati pochi euro, come una mensolina, grazie alla “nuova etichetta”.

Un sistema “multi reparto”

Per far funzionare il giochino, che coinvolgeva anche amici e parenti dei dipendenti, almeno secondo le accuse di Ikea, ci volevano anche cassieri compiacenti, magari quelli delle casse self service che per l’occasione si giravano dall’altra parte. Carrello pieno, pochi euro spesi.

Leggi anche:  Vi rubano le chiavi di casa dalle auto e ve le svuotano mentre fate la spesa

QUI ULTERIORI DETTAGLI.