Upo e Bpm insieme a sostegno delle lingue straniere.

Upo e Bpm

Prosegue anche per l’anno accademico 2018/2019 la collaborazione tra l’Università del Piemonte Orientale e Banco Bpm. Grazie al sostegno di quest’ultimo è stato possibile attivare il Progetto “Impara le lingue con il Clupo”, che prevede l’attivazione di tre proposte formative: un corso di italiano per stranieri a due livelli (base e avanzato); un corso di inglese a tre livelli (base, intermedio e avanzato); un corso di francese per gli studenti dei corsi di laurea legati al Turismo.
Più nel dettaglio Banco BPM erogherà 50.000 Euro che andranno a coprire 17 posizioni di docenza per i corsi citati: 6 posizioni per il corso base di lingua inglese, 9 posizioni per i corsi intermedio e avanzato di inglese, 1 posizione per il corso di italiano per stranieri, 1 posizione per il corso di lingua francese.

Clupo

Il Clupo – Centro Linguistico dell’Università del Piemonte Orientale – è un centro di servizi dell’Ateneo istituito nel 2014, diretto dal professor Massimo Cavino, ordinario di Diritto costituzionale, cui partecipano tutti i Dipartimenti con un rappresentante nel Comitato d’indirizzo. Oltre ai progetti formativi, il Clupo promuove attività di ricerca e servizi rivolti a tutto il personale e a tutti gli studenti. L’attività di ricerca, in particolare, è dedicata all’analisi della lingua inglese sul Web e di come il suo uso in questo ambito contribuisca a trasformarla.

Le offerte

Il Placement test di lingua inglese è un test informatizzato svolto in collaborazione con Oxford University Press, per determinare il livello di competenza della lingua degli studenti in ingresso. In base ai risultati sono attivati corsi propedeutici di livello base di 20 ore.

Leggi anche:  Il ministero richiama il pigmento per tatuaggi per rischio cancerogeno

La Certificazione dell’Italiano come lingua straniera (Cils): l’Ateneo, attraverso il Clupo, è ente accreditato e sede di esami per la certificazione, che dichiara il grado di competenza linguistica comunicativa in italiano come lingua straniera.

La App “Italiamo”, predisposta dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Si tratta di un corso gratuito di lingua e cultura italiana per l’insegnamento della lingua e per la promozione delle eccellenze culturali. È strutturato in dieci tappe ambientate in altrettante città e regioni italiane ed è costruito come un viaggio alla scoperta dell’Italia assieme a Leo e Lisa, due personaggi che richiamano in chiave moderna Leonardo da Vinci e Monna Lisa. Ciascuna tappa è a sua volta articolata in quattro sezioni: dialogo, espressioni, esercizi, cultura.

La piattaforma Rosetta Stone Advantage for Higher Education a disposizione di tutti gli studenti, del personale docente e tecnico-amministrativo. Permette di esercitarsi con le lingue inglese, francese, tedesco, spagnolo, italiano, olandese, cinese mandarino.

Il centro di produzione di materiale audiovisivo, che attraverso la sua sede presso il Dipartimento di Studi Umanistici di Vercelli, mette a disposizione materiale per tutti i laboratori.