Arrestato finto tecnico dell’Enel: aveva derubato un’anziana di oltre 15 mila euro di gioielli e contanti.

Arrestato finto tecnico

La tecnica è sempre la stessa: alla porta dell’abitazione, sempre di una persona anziana, il 3 ottobre si è presentato un uomo con una pettorina catarifrangente che ha detto di essere un tecnico (in questo caso dell’Enel) che doveva fare urgenti lavori. Una volta in casa ha provocato una piccola esplosione, mettendo in allarme l’anziana vittima sulla tenuta dell’impianto elettrico e convincendola a mettere tutto il denaro e i preziosi in un sacchetto, da nascondere in un luogo sicuro per non vederli distrutti dal problema elettrico.

Dopo che la vittima ha fatto quello che le è stato detto, l’ha convinta a recarsi in un’altra stanza per staccare le prese della corrente e ha approfittato per arraffare il bottino, oltre 15mila euro tra denaro e gioielli, fuggendo poi insieme a un complice che lo attendeva su un furgone.

Le indagini

Questa volta però le indagini della Squadra Mobile hanno permesso di individuare il ladro. Si tratta di R.R., 37 anni, di etnia sinti piemontese nato e residente in provincia di Torino, già noto per reati simili. Nella mattinata di lunedì 8 la Squadra Mobile novarese ha dato esecuzione nei suoi confronti di un’ordinanza cautelare emessa dal G.I.P. di Novara. L’uomo ha l’obbligo di permanenza nel comune di residenza, con il divieto di allontanamento notturno dall’abitazione.