Il cadavere in fondo al lago è stato trovato da un gruppo di subacquei.

La macabra scoperta di un cadavere in fondo al lago Maggiore

Verso le 18 di domenica 17 dicembre nelle acque antistanti Luino, nel lago Maggiore, è stato trovato un cadavere. Un gruppo di sub durante un’immersione ricreativa ha visto il corpo adagiato sui fondali del lago, a 12 metri di profondità. Subito hanno avvisato le autorità e sul posto sono immediatamente giunti i vigili del fuoco. La salma è stata recuperata ed è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Sul posto anche i sommozzatori specializzati da Milano

L’intervento di recupero del corpo ha visto anche la partecipazione del nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco da Milano. La salma è stata recuperata dai vigili del fuoco grazie anche all’ausilio di un’autopompa. L’intervento ha visto la partecipazione del nucleo navale dell’arma dei carabinieri. Carabinieri, quelli della stazione di Luini, cui sono state affidate le indagini.

Leggi anche:  Muore 26enne: trovata incosciente nel letto della sorella

Il recupero del corpo nelle acque di fronte a Colmegna

Il recupero del corpo, a 12 metri di profondità, è avvenuto nelle acque di fronte a una frazione del comune di Luino, quella di Colmegna. Le indagini sono in corso: i carabinieri stanno lavorando su ogni fronte per fare chiarezza sull’episodio. Al momento non è stato reso noto nessun dettaglio sull’identità del corpo trovato in fondo al lago.