Falsi annunci di vendita per truffare ignari acquirenti che si fidavano e inviano i soldi, salvo poi non ricevere la merce.

I falsi annunci

Ormai aveva attivato un consolidato sistema che gli permetteva di incassare molto denaro. Inseriva un falso annuncio su noti portali di vendite online (sempre per accessori e apparecchiature di nicchia), proponendo un prezzo decisamente allettante. Quando veniva contattato da un potenziale acquirente, trattava il prezzo e si faceva inviare i soldi, ovviamente senza spedire la merce e svanendo nel nulla.

L’arresto

Gli agenti della Squadra Mobile di Novara, diretti dalla dottoressa Dulbecco, lo hanno identificato e segnalato alla locale Procura della Repubblica perché autore di una truffa commessa a danno di un novarese. I.L., cinquantenne residente a Vercelli, attualmente si trova in carcere per una vecchia condanna e negli ultimi anni è stato già denunciato per almeno altri 150 analoghi episodi. Con questo sistema l’uomo riusciva a incassare somme variabili tra i 100 e i 300 euro al giorno.