L’ultimo saluto ad Alessandro Aleo, vinto dal male a soli 2 anni all’Ospedale Regina Margherita. Martedì scorso si sono svolti i funerali a Moncrivello.

L’ultimo saluto ad Alessandro

La morte di un figlio è uno dei colpi più crudeli che la vita può infliggere ai genitori. Il tempo che passa potrà lenire questa ferita ma mai guarirla. E, durante i funerali ieri, martedì 30, gli occhi pieni di pianto di Stefano Aleo e di Melissa Paganella hanno trasmesso a tutti l’immenso dolore provato da due genitori che hanno appena perso un figlio, Alessandro, a soli 2 anni, la cui foto non hanno mai smesso di stringere fra le mani, quasi a volerlo proteggere sino all’ultimo.

Un bimbo speciale

Era un bambino pieno di vita, Alessandro, gioioso e coraggioso ma una malattia terribile se l’è portato via all’Ospedale Regina Margherita di Torino, una malattia che non gli ha dato scampo, troppo grande per un bimbo che, a quell’età, dovrebbe invece giocare con la spensieratezza della fanciullezza. Sono stati mesi di speranze e dolori, a lottare contro un male che alla fine ha preso il sopravvento.

Leggi anche:  Iniezione letale ai due figli, infermiera poi si uccide

 

QUI LE PAROLE DEL SINDACO E DEL PARROCO.