Mario D’Uonno, accusato di aver provato ad uccidere dandole fuoco Simona Rocco, era già stato allontanato dal Mediaworld di Castelletto.

Mario D’Uonno, emergono ulteriori dettagli

Nel punto vendita di Castelletto Ticino Mario D’Uonno si occupava di vigilare affinché non si verificassero episodi di taccheggio. Da dietro il suo tavolino all’ingresso del negozio accoglieva i clienti e controllava che chi usciva fosse in possesso di regolare scontrino.

La reazione dei dipendenti

“Non lo conoscevamo bene ma quando l’abbiamo saputo siamo rimasti sconvolti. Non ce lo saremmo mai aspettato”

LEGGI ANCHED’Uonno: “Ti manderò all’inferno fosse l’ultima cosa che faccio”

Pare che l’uomo, dopo alcuni anni in servizio a Castelletto, fosse stato allontanato per un litigio con un suo collega degenerato poi in rissa.

Tutti i dettagli sul Giornale di Arona in edicola.