Partita benefica sul campo di Massino Visconti per ricordare un giovane concittadino scomparso troppo presto.

Partita benefica in programma per il 17 giugno

Torna anche quest’anno per la sua settima edizione il torneo dedicato a un grande massinese scomparso nel 2011. Si tratta dell’evento “Una partita per Elio”, dedicato alla memoria di Elio Ceccon, morto molto giovane in seguito a un incidente sulle piste da sci. La sua passione per lo sport non si era fermata nemmeno quando era stato sottoposto a un trapianto di reni. E per ricordarlo domenica 17 giugno nell’area feste dell’oratorio di via dello Sport si svolgerà un torneo che chiamerà in causa gli atleti della Nazionale italiana trapiantati.

Un ospite d’eccezione

L’evento è dedicato alla sensibilizzazione e alla divulgazione sul tema della donazione e del trapianto di organi. L’ospite d’onore sarà Lorenzo Minotti, ex difensore del Parma e stella dell’Italia al mondiale del 1994. Minotti è anche testimonial della nazionale italiana calcio trapiantati, che segue lo slogan “Il trapianto è vivere”.

Leggi anche:  Tragedia nel novarese: calciatore 23enne muore in campo

Ecco il programma della manifestazione

Il programma prevede alle 10 l’inizio del torneo dei bambini, che vedrà la partecipazione dell’SSD Marano Ticino, dell’Asd Arona, della Acd Castellettese e dell’Asd Cureggio. Alle 12, all’interno della tensostruttura, interverranno i relatori Enzo Capocasale, responsabile del centro trapianti dell’ospedale di Parma, il dottor Augusto Cavagnino, ex primario di Nefrologia dell’ospedale di Borgomanero e il dottor Edoardo Zamponi, presidente dell’Aido di Novara. Alle 12.45 sarà la volta del pranzo del calciatore, per la quale è gradita la prenotazione. Il pranzo costerà 15 euro e le prenotazioni possono essere raccolte ai numeri telefonici 339.6079310 e 0322.219535. Alle 14.30 spazio alla finale dei bambini e alle relative premiazioni, mentre alle 15.30 arriverà il momento clou della manifestazione: la partita di calcio benefica tra la nazionale trapiantati e la formazione «Amici di Elio». Seguirà quindi un rinfresco e la premiazione con la Nazionale di calcio italiana trapiantati e gli Amici di Elio.