Ponti pericolosi: a Varallo Pombia è dibattito dopo la lettera del sindaco al prefetto sulla situazione del viadotto sul Ticino. E il Comune chiude il ponte di via della Pace.

Ponti pericolosi: due casi a Varallo

In paese ormai non si parla di altro, e mentre la minoranza ha presentato in consiglio un’interpellanza sul tema, il sindaco varalpombiese Alberto Pilone ha scritto al prefetto. Nella sua comunicazione il primo cittadino ha chiesto ad Anas di intervenire sul ponte che collega il paese con Somma Lombardo. Secondo quanto ricostruito nella lettera infatti, Anas avrebbe rilevato delle criticità nella struttura del viadotto. Inoltre pochi giorni fa, in via precauzionale, il Comune ha disposto la chiusura del ponte che su via della Pace interseca il rio Rito.

Due anni fa Anas segnalò le criticità

Il caso destinato a far discutere maggiormente è quello del ponte tra Varallo e Somma. Dalle analisi di Anas sul viadotto lungo la strada per Malpensa infatti, emerse due anni fa la presenza di alcune fessure nei sottopassi. Questo indusse gli esperti di Anas a predisporre il divieto di transito per i mezzi con massa a pieno carico superiore alle 3,5 tonnellate. Ma da quel momento nulla fu comunicato al Comune riguardo all’esito degli studi condotti sul ponte e il divieto è ancora in vigore.

Leggi anche:  Al volante a Invorio con tasso alcolemico doppio rispetto al consentito

Nessuno può far rispettare il divieto di transito

Il problema però, per quanto riguarda il ponte sul Ticino, è che il compito di far rispettare il divieto di transito dei mezzi pesanti spetterebbe ai Comuni. Secondo quanto disposto da Anas infatti, dovrebbero essere le amministrazioni pubbliche a vigilare, ma la polizia locale non ha certo le forze necessarie per farlo. “In capo ai corpi di polizia municipale dei due Comuni – scrive Pilone – resterebbe il compito di vigilare sul rispetto dell’ordinanza. Si chiede se anche altre forze dell’ordine, non in capo ai Comuni, possano vigilare sul rispetto delle limitazioni del traffico su questa arteria viabilistica di grande utilizzo anche di traffico pesante”