Ragazza trovata morta in casa, il cognato nel fiume: ipotesi omicidio-suicidio. A ritrovare la donna il marito intorno alle 15 di ieri, venerdì 30 novembre.

Ragazza trovata morta in casa

Non riusciva a contattare sua moglie al telefono. Così è tornato a casa subito dal lavoro. E lì, nella loro casa di Alessandria, ha trovato la giovane donna riversa a terra, probabilmente già da qualche ora. La ragazza brasiliana, di 24 anni, era vestita con degli abiti casalinghi. Il volto tumefatto e tracce di sangue alla testa: ecco la scena di fronte alla quale si è trovato l’uomo che ha chiamato i soccorsi.

Cognato suicida

Nell’abitazione della giovane coppia da qualche settimana viveva anche il cognato, 22 anni e anche lui brasiliano. Due testimoni, infatti, l’avrebbero visto gettarsi nel fiume Tanaro dal ponte Meier. Qui sarebbe stato ritrovato anche il suo giubbotto. Il corpo, invece, ancora no.

Ipotesi omicidio-suicidio

La pista più accreditata è quella dell’omicidio-suicidio. Infatti, gli inquirenti pensano che la morte della donna sia stata provocata da una violenta lite con il cognato, che soffriva di problemi psicologici. Subito dopo aver ucciso la cognata, il 22enne si sarebbe diretto al ponte dove si sarebbe gettato.