Ritrovati morti i due giovani alpinisti dispersi in Val Susa.  Ad essere entrati in azione sono stati i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico del Piemonte ed i Vigili del fuoco.

Ritrovati morti i due alpinisti

Si è chiusa, purtroppo, con un tragico epilogo la ricerca di due alpinisti, entrambi torinesi, dei quali si erano perse le tracce nella zona della Punta Cristalliera, sul lato verso la Valle di Susa. Ad essere entrati in azione sono stati i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico del Piemonte ed i Vigili del fuoco, che questa mattina, lunedì 7 gennaio 2019, hanno ritrovato i corpi, ormai senza vita, di entrambi.

I due sono un trentenne di Torino ed un ventenne di Giaveno

A perdere la vita sono stati un trentenne residente a Torino ed un ventenne che, invece, viveva a Giaveno. Probabilmente sono precipitati nella giornata di ieri, domenica 6 gennaio, dalla cima della montagna e sono deceduti sul colpo. Le salme sono state recuperate dall’eliambulanza 118 e consegnate ai Carabinieri per le operazioni di polizia giudiziaria.

Leggi anche:  Migrante in fuga sulla pista di Malpensa, aeroporto nel caos

Avevano bivaccato al lago Lau

Le ultime informazioni sul loro posizionamento risalivano alla notte tra sabato e domenica. I due alpinisti, infatti, avevano trascorso le ore più buie presso il bivacco del lago Lau. Dopo che è scattato l’allarme, immediatamente le squadre di soccorso sono partire alla loro ricerca, fino al ritrovamento, purtroppo, dei corpi avvenuto questa mattina.