Scomparso nel lago nella notte tra lunedì 5 e martedì 6. I vigili del fuoco sono ancora alla ricerca del 35enne disperso.

Scomparso nel lago: uomini e mezzi confluiscono a Meina

Continuano ininterrottamente le ricerche del 35enne scomparso nelle acque del lago Maggiore nella notte tra lunedì 5 e martedì 6 marzo. I vigili del fuoco del comando di Arona, che stanno conducendo le ricerche, comunicano che nella giornata di ieri, mercoledì 7, è stata scandagliata la costa fino a una profondità di sei metri. Per farlo è stato utilizzato un battiscopio in dotazione al nucleo sommozzatori. I sommozzatori provenienti da Milano si sono immersi fino a una profondità di 40 metri per cercare di trovare qualche traccia. Durante la mattinata è stato effettuato anche un sorvolo con un elicottero dei vigili del fuoco del nucleo di Malpensa. Le ricerche sono riprese nella mattinata.

Il giovane si era allontanato nella direzione del lago

Il mistero si infittisce e ciò che tutti sperano è che il giovane non si trovi nel lago ma si sia in qualche modo salvato uscendo dall’acqua. Da ciò che emerge dalle prime indiscrezioni, pare che l’uomo fosse andato a trovare i genitori che abitano a Meina. Al termine della serata si sarebbe allontanato dalla casa paterna nella direzione del lago. Verso le 2.20 della notte si sono subito attivati per cercarlo i vigili del fuoco, supportati a terra dai carabinieri e dal personale 118 della Croce rossa di Arona.

Leggi anche:  Incidente a Ghevio: due feriti