Subacqueo salvato grazie alla camera di iperbarica di Habilita Casa di Cura I Cedri a Fara Novarese.

Il subacqueo colpito da mdd

Un subacqueo di 69 anni, residente a Dormelletto, domenica 5 agosto ha effettuato un’immersione del lago Maggiore fino a -37 metri di profondità. Sebbene pare abbia rispettato tutte le tappe di decompressione, all’uscita dall’acqua ha avuto i primi sintomi di mdd. La malattia da decompressione è una patologia, che può essere anche molto grave, a cui possono essere soggetti i sub. I primi sintomi manifestati dall’uomo sono stati parestesie e dolore agli arti superiori: l’uomo si è auto somministrato ossigeno e poi si è recato al pronto soccorso di Borgomanero. Da qui il trasferimento a Fara, dove è stato sottoposto a ossigeno terapia con trattamento ricompressivo in camera iperbarica. Le sue condizioni sono buone.