Tenta di strangolare la moglie: un caso esemplare accaduto nel Vercellese proprio la vigila della Festa della donna. Lei è stata salvata dai carabinieri.

Tenta di strangolare la moglie

È accaduto nella serata di giovedì 7 marzo a Lignana: al culmine dell’ennesima lite maturata tra le mura domestiche di una coppia di 50enni italiani, una commerciante e un operaio, il marito ha aggredito la moglie, colpendola ripetutamente e tentando di strangolarla. Proprio a ridosso della Festa della donna.

Poco prima l’aveva denunciato

Come riferisce notiziaoggivercelli.it, erano passate solo poche ore da quando la donna, sfinita da maltrattamenti fisici e psicologici patiti nel corso del rapporto familiare, aveva trovato il coraggio di denunciare un
marito violento. Ma poco prima delle 22, improvvisamente, l’uomo inizia a colpirla violentemente. La donna si divincola, si allontana, ma ha troppa paura, teme di non riuscire a far fronte da sola ad un probabile nuovo impeto di violenza. Come era accaduto solo pochi giorni fa, con un’altra donna aggredita con una mazza da baseball.

Leggi anche:  Poliziotti salvano una donna dalle fiamme, lei li picchia

L’intervento dei carabinieri

Allora chiama i carabinieri e chiede aiuto. La telefonata però ha anche l’effetto di incendiare ancor di più la furia del marito, che la picchia e le mette ancora le mani al collo. Lei riesce a liberarsi dalla presa e fugge in auto insieme al figlio, che richiama ancora i carabinieri mentre la madre, disperata, si è messa alla guida. Alla fine incrociano la vettura dei militari che stava accorrendo.

L’uomo è stato arrestato.