Quali sono i dolci tipici regione per regione? Non manca molto al periodo natalizio e di conseguenza negozi, pasticcerie e supermercati moltiplicano per mille le proprie proposte ai consumatori. Avvantaggiati sono senz’altro gli amanti della buona tavola che sugli scaffali trovano sempre più spesso specialità tipiche regionali. Ecco un elenco di dolce natalizi originari delle diverse regioni italiane.

I dolci tipici regione per regione

La Bisciola viene dalla Valtellina si prepara con grano saraceno e farina di frumento, unita a frutta secca, uvetta, fichi e noci. Il Certosino di Bologna (o panspeziale) ha un’origine è molto antica e sembra che il nome derivi dai farmacisti (o “speziali”) che per primi lo produssero. In un secondo tempo furono i frati certosini a prendersi carico della ricetta. Si prepara con farina, mandorle, pinoli, cioccolato fondente, miele e canditi. Il Crescenzin del Piemonte è un pane nero arricchito con burro, zucchero a velo, uva passa, noci e mele, a volte fichi. Mecoulin della Val d’Aosta è molto simile al panettone, consiste in un pane al latte con l’uvetta. Il Pampepato, tipico di Ferrara, ma anche di Terni e della Ciociaria, si prepara con mandorle, nocciole, pinoli, pepe, cannella, noce moscata, arancia e cedro canditi, uva passa, il tutto impastato con o senza cacao, cioccolato, caffè, liquore, miele, farina e mosto cotto d’uva.

Da Genova e via scendendo

Il Pandolce tipico della provincia di Genova, si divide nella varianti alta e bassa. Si prepara con uva sultanina, zucca candita, zibibbo, pinoli, acqua di bergamotto, semi di finocchio. Ecco poi li Pandoro, della zona di Verona, ora diffuso in tutto il mondo, così come il Panettone originario di Milano. Il Panforte, tipico di Siena, è composto da frutta candita, miele, zucchero e spezie. Il Parrozzo tipico dell’Abruzzo, si prepara con semolino o, in alternativa, con farina gialla o farina bianca con fecola, zucchero, mandorle tritate, essenza di mandorla amara, buccia di arancia o buccia di limone ed è ricoperto di cioccolato fondente. Il Pasticciotto e Fruttone, tipici del Salento. Si prepara con pasta frolla farcita di crema pasticcera e cotta in forno. Il fruttone è composto da una base di pasta frolla ripiena di pasta di mandorle fresca e marmellata.

Dal Trentino alla Sicilia

Zelten trentino, a differenza di quello altoatesino è più povero, contenente una maggior quantità di pasta e frutta secca. Südtiroler Zelten, Alto Adige, ricco dolce di frutta secca legato da poca pasta. Buchteln Alto Adige, pane dolce cotto al forno, ripieno di marmellata e cosparso di zucchero e salsa alla vaniglia. Buccellato siciliano, pane di pasta frolla ripieno di fichi secchi. Ecco dunque quali sono i dolci tipici regione per regione.