Volontari e studenti saranno i protagonisti delle giornate del Fai: a Castelletto apre le sue porte per la prima volta con il Fai il castello visconteo.

Volontari e studenti protagonisti nel weekend

E’ stato presentato nel corso di una conferenza in sala polivalente, in occasione dell’inaugurazione delle mostre “Le forme dell’acqua”, fotografie di Diederick Paul Wijmans, “Il Ticino e le vie del marmo” a cura degli studenti dell’istituto Carlo Alberto Dalla Chiesa di Sesto Calende il programma delle Giornate del Fai che per la prima volta toccheranno massicciamente anche Castelletto. Ad aprire le porte ai visitatori, grazie alla collaborazione di Pro loco, Alpini, Protezione civile, ragazzi delle scuole primaria e secondaria di Castelletto, dell’istituto Dalla Chiesa di Sesto Calende e della media di Dormelletto, saranno la ghiacciaia di via Cavour, la sala della residenza Visconti di piazza Matteotti e soprattutto il castello visconteo. Sarà possibile effettuare le visite dalle 14 alle 18 di sabato e dalle 10 alle 17 di domenica.

Nel programma anche due incontri letterari

Nel programma della rassegna sono inseriti anche degli appuntamenti culturali. Infatti sabato 23 alle 16 l’autrice Ornella Bertoldini presenterà il volume “L’ultima peschiera. Storia e storie sulla pesca delle anguille a Castelletto sopra Ticino” e domenica 24 marzo alle 16 sarà la volta della conferenza “L’evoluzione dello stemma dei Visconti”, di Francesca D’Amato. Alla presentazione in sala Calletti erano presenti anche le rappresentanti del Fai Giuseppina De Vito, Elena Mastretta e Caterina Fedi.

Leggi anche:  Presentato il glossario Da Burbané in Villa Marazza

La soddisfazione degli organizzatori

L’entusiasmo è forte tra gli organizzatori dell’evento. “Siamo felici – ha detto il sindaco del Ccr Nicolas Thome – di essere protagonisti di questa iniziativa. Come Ccr ci impegneremo anche in futuro per valorizzare il castello e le bellezze di Castelletto”. “Sono convinto – ha aggiunto il sindaco Matteo Besozzi – che i nostri apprendisti ciceroni ci daranno grandi soddisfazioni”. “Per la prima volta le Giornate del Fai di Primavera – ha annunciato la dirigente scolastica Laura Agazzone – vedranno come ciceroni i ragazzi delle nostre scuole. Saranno circa un centinaio gli studenti che grazie all’aiuto dei loro insegnanti, che hanno fatto un gran lavoro, si impegneranno per questo obiettivo”. “Per tutti noi – ha infine aggiunto l’assessore all’istruzione Vito Diluca – è una grandissima soddisfazione vedere che il castello apre le sue porte per la prima volta in questa occasione. E per questo ringrazio di cuore i proprietari. Con loro, con la parrocchia e con il Fai c’è un percorso di collaborazione che sicuramente darà i suoi frutti anche in futuro”.