Gemellaggio solidale tra Varallo Pombia e Falerone: continuano le iniziative per avvicinare le due comunità.

Gemellaggio solidale con una popolazione colpita dal terremoto

Sembra proprio che si sia creato un ponte di amicizia e solidarietà tra Varallo Pombia e Falerone, la cittadina marchigiana colpita dal terremoto. Anche ad anni di distanza dall’emergenza non si è spenta la voglia dei varalpombiesi di dimostrare la propria solidarietà e la propria vicinanza. E così, dopo la prima spedizione benefica di un anno fa, una delegazione del Consiglio di istituto delle scuole medie Don Giuseppe Rossi è tornata a Falerone. A testimoniare la resistenza di un legame solidale che dura ormai nel tempo.

Accolti nelle Marche con tutti gli onori

“Siamo tornati a Falerone – dice infatti il presidente del Consiglio d’istituto Simone Trinca. – per osservare l’avanzamento dei lavori di risistemazione della scuola dopo il sisma. E per conoscere la nuova preside delle scuole locali. In realtà purtroppo, nonostante sia passato più di un anno e mezzo, i ragazzi delle scuole sono ancora privati della possibilità di dedicarsi a laboratori e attività straordinarie. Inoltre devono condividere le aule con i bambini della scuola materna. I danni del terremoto sono ancora visibili, ma il problema principale sembra essere quello della burocrazia. Tutto il centro di Falerone è puntellato e palafittato per evitare che si verifichino nuovi crolli.

Leggi anche:  Varallo Pop 2018: ecco il programma del festival a Varallo Pombia

Ciò che però ci ha stupito è stata soprattutto la voglia di accogliere e di condividere della popolazione di Falerone”. La delegazione della scuola Don Rossi composta da Trinca con la famiglia, dal professor Alessandro Faccin e dal professor Cesare Villani, è partita alle 3 di mattina da Varallo Pombia. “Arrivati lì siamo stati accolti con tutti gli onori – continua infatti Trinca. – Abbiamo fatto colazione in sala insegnanti, dove abbiamo conosciuto la nuova preside e poi ci hanno portato in paese a vedere i danni provocati dal sisma”.

Lo scambio culturale continua ancora

Ma le iniziative per avvicinare le due comunità non finiscono certo qui. Infatti una rappresentanza di Falerone farà visita a Varallo Pombia tra settembre e ottobre. La delegazione varalpombiese ha consegnato alla scuola una targa con la scritta: “La delegazione varalpombiese ha invece portato sul posto una targa con la scritta, decisamente significativa: “Noi con voi sempre”.