Maxi investimento per la scuola primaria castellettese Dario Sibilia. L’istituto sarà completamente rifatto.

Maxi investimento da 850mila euro

E’ con un maxi investimento, ottenuto tramite un progetto finanziato dallo Stato, che il Comune riuscirà a portare a termine un progetto ambizioso. Si tratta del completo rifacimento della scuola primaria Dario Sibilia. La scuola primaria della zona di Brabbia è stata costruita nel 1977, dopo il pensionamento della vecchia Montessori, e ora ha bisogno di un restyling completo. “Tre anni fa – spiega il sindaco Matteo Besozzi – è uscito il bando per il rinnovamento di tutte le scuole d’Italia. Subito abbiamo deciso di aderire, preparando un progetto per il rifacimento completo della Dario Sibilia. Il piano, decisamente innovativo e ambizioso, è entrato in graduatoria e ora è stato finanziato. Costerà 850mila euro: una cifra che sarà finanziata con 750mila euro dallo Stato attraverso il bando e con 100mila euro che saranno forniti invece dal Comune”.

I dettagli del progetto

Il piano di ristrutturazione è radicale: dei vecchi locali della scuola primaria rimarrà solo lo “scheletro”, tutto il resto verrà smantellato. “L’intervento – spiega l’assessore all’edilizia scolastica Massimo Stilo – comporterà un’operazione di bonifica dall’amianto che potrebbe essere presente non solo nelle coperture, ma anche nella pavimentazione. Il tetto verrà sostituito con una copertura in materiale bituminoso, che eviterà il rischio di infiltrazioni per il futuro. Allo stesso modo lavoreremo sugli interventi anti-sismici risistemando tutti i pilastri della struttura. Rifaremo l’impianto anti incendio e anche quello elettrico, cercando di rispettare il principio del risparmio energetico il più possibile e prevedendo il posizionamento di dei serramenti in alluminio. Nel corso dell’intervento poi sarà messo completamente in sicurezza tutto il polo scolastico, compreso il vecchio asilo nido, che abbiamo recuperato per l’utilizzo dei nostri ragazzi”.

Leggi anche:  Gemellaggio solidale tra Varallo Pombia e Falerone

Per un anno sarà necessario spostare gli alunni

Per consentire il corretto svolgimento dei lavori, che dovrebbero partire a giugno, si dovrà pensare a una soluzione tampone. “Al momento – dicono la dirigente Laura Agazzone e l’assessore all’istruzione Vito Diluca – alla Dario Sibilia sono inserite nove sezioni di alunni. Durante lo svolgimento dei lavori sette di esse saranno spostate nei locali del Girotondo 1, mentre le altre due dei bambini più grandi saranno inserite provvisoriamente nell’ex asilo nido. Stiamo valutando una soluzione anche per lo spostamento del servizio mensa, che fino ad oggi veniva effettuato con delle cucine in loco”.