Cantieri di lavoro ai nastri di partenza. Sono due le opportunità aperte per gli invoriesi disoccupati o in situazioni di disagio.

Cantieri di lavoro al via

Sono partiti ufficialmente lunedì 22 ottobre i due cantieri di lavoro aperti dal Comune tramite l’assessorato al Welfare guidato da Daniele Giaime. Grazie all’iniziativa sarà garantita la presenza di due nuovi operai che andranno a rafforzare il team dell’ufficio tecnico nell’ambito dei lavori pubblici coordinato dall’assessore Flavio Pelizzoni. L’avvio dei due cantieri di lavoro è il risultato della vittoria di un bando regionale al quale l’Unione dei Comuni della Valle d’Agogna aveva partecipato ad aprile.

Un’iniziativa dedicata ai disoccupati

Il sindaco Roberto Del Conte è estremamente soddisfatto del risultato. “Abbiamo vinto questo bando – commenta infatti – dedicato alle politiche sociali e che ha permesso all’Unione di finanziare ben tre borse lavoro. Due di queste sono destinate a Invorio, l’altra a Bolzano Novarese. Questo progetto è vincente per tre ragioni: è una misura di politica sociale a favore di nuclei svantaggiati che permette di creare posti di lavoro remunerati. Ci permette di avere due operai in più da destinare all’ufficio tecnico nell’ambito dei lavori pubblici e, infine, i costi dei due cantieri non pesano sul bilancio del Comune”.

Leggi anche:  Sorpassa, taglia la rotonda e scappa: dietro a lui il sindaco di Invorio che lo multa

Chi può aderire alla proposta?

Le persone interessate dal provvedimento sono lavoratori disoccupati con età uguale o superiore ai 45 anni, segnalati dai servizi sociali, in condizione di difficoltà sociale. La selezione del personale è avvenuta tramite il Ciss di Borgomanero. I partecipanti al bando supporteranno l’ufficio tecnico negli interventi di manutenzione e decoro del verde pubblico, su strade, marciapiedi, tombini e taglio del verde. I due cantieri di lavoro sono finanziati in parte con risorse dell’Unione dei Comuni e in parte dalla Regione.