Fognature a Varallo: il Comune stringe con Acqua Novara Vco un accordo per la soluzione del problema degli allagamenti.

Fognature a Varallo: un problema di lunga data

Il sindaco Alberto Pilone nel corso dell’ultimo consiglio comunale ha riassunto i problemi verificatisi a Varallo nel corso degli anni con le fogne. “Quando nel 2007 la gestione dell’acquedotto passò ad Acqua Novara Vco – ha detto il primo cittadino – molte cose cambiarono. I sindaci e i Comuni iniziarono ad avere un ruolo diverso e subordinato nella gestione delle fognature. Noi avevamo pronto un progetto da 800mila euro per la sistemazione delle nostre tubature, ma nel corso degli anni le scelte di investimento di Acqua Novara Vco sono cadute sempre su altre emergenze e altre necessità. Come Comune abbiamo richiesto negli anni incontri con il Prefetto, abbiamo coinvolto nel dibattito anche le Ferrovie, soprattutto per quanto riguarda il loro intervento che poi abbiamo scoperto essere abusivo e non autorizzato nella zona soggetta agli allagamenti. I problemi con le acque fognarie si verificavano soprattutto tra piazza Risorgimento, via Guido Rossa e via Mirabella. Si parlò di strozzature del sistema fognario in via La Malfa e si arrivò a pensare a un progetto che si pensava avrebbe potuto essere risolutivo, ma che sarebbe costato 3 milioni di euro. Decisamente troppi per le nostre possibilità di Varallo Pombia”.

Nei giorni scorsi l’accordo

Poi nei giorni scorsi l’Amministrazione ha strappato ad Acqua Novara Vco un accordo che è stato presentato in consiglio. “Verrà realizzata una nuova asta fognaria – ha continuato il sindaco – tra piazza Risorgimento e gli impianti sportivi. Sarà finanziata con 600mila euro da Varallo e con 900mila euro di Acqua Novara Vco. Pagheremo la somma pattuita in tre rate. L’idea è quella di iniziare i lavori a maggio per poi vederli terminati nel 2020. In seguito l’asta fognaria verrà ceduta al Comune, che provvederà a gestirne la manutenzione. Si interverrà poi sui pozzi in via Sempione, piazza Risorgimento, via Guido Rossa, via Galli e via Mirabella. Il Gigante farà costruire altri due pozzi nei pressi dell’area dei parcheggi. In questo modo si spera di poter risolvere il problema degli allagamenti in quella zona. Raggiungere questo accordo non è stato facile, abbiamo dovuto strappare una concessione ad Acqua Novara Vco, che ha accettato di preparare uno studio appositamente per noi e in modo non convenzionale per quelle che sono le sue regole interne”.