Vero benessere con attività fisica e cerebrale. Un cervello pigro rende pigro il corpo. Avere a noia l’attività mentale riduce la propensione all’attività fisica. In buona sostanza non vi resta che convincervi che, per il vostro benessere, occorre fare sia attività cerebrale, che fisica. Gli esperti sostengono che quest’ultima deve essere svolta con cadenza bisettimanale.

Vero benessere con attività fisica e cerebrale: maggiore atletismo

Il fitness porta ad una migliore coordinazione muscolare, ad un aumento della forza, della flessibilità e della resistenza. I miglioramenti su questi fronti aiutano certamente a migliorare la prestazione atletica, riducendo contemporaneamente il rischio di infortuni: muscoli più forti e più flessibili sono meno suscettibili di affaticamenti e stiramenti.

Vero benessere con attività fisica e cerebrale: migliore postura

Una postura sbagliata è la causa principale di infortuni o inconvenienti vari; spesso è anche la causa dell’insorgere di problemi più gravi con l’avanzare dell’età. Fare esercizi nella forma corretta favorisce una postura migliore, assieme al rafforzamento e all’allungamento dei muscoli che ti aiutano a stare ben eretto.

Vero benessere con attività fisica e cerebrale: perdita di grasso

Gli esercizi aerobici e di forza possono portare ad una perdita di peso, qualora vengano associati ad una dieta con riduzione di calorie. Il pericolo di una dieta non associata ad esercizio fisico è che essa può portare ad una riduzione non solo del peso, ma anche della muscolatura. Al contrario, esercizi aerobici associati ad esercizi di forza, bruciano grassi e contemporaneamente rafforzano i muscoli. Questo può significare una diminuzione meno vistosa del peso ma, dal momento che un tessuto muscolare brucia più calorie di un tessuto adiposo, il risultato dura più a lungo.

Leggi anche:  Pedalare in bicicletta fra benessere e inquinamento

Vero benessere con attività fisica e cerebrale: salute cardiaca

Sebbene i sintomi di sofferenza cardiaca possano non essere evidenziati fino alla mezza età, l’insorgere dei problemi può cominciare già tra i 10 e i 20 anni. Fare esercizi per 20 o 30 minuti, tre volte alla settimana, può rimediare ad anni di trascuratezza cardiaca. Infatti un esercizio adeguato e regolare rafforza effettivamente il cuore, col risultato di incrementare il flusso di sangue e di ossigeno nel corpo. Nello stesso tempo, gli esercizi aerobici fanno diminuire la pressione sanguigna ed i livelli di colesterolo, che costituiscono un grave pericolo per la salute di ciascuno.