Giuseppe Gentile annuncia il suo addio alla società che ha amato dopo 23 anni di attività.

Giuseppe Gentile abbandonerà la Castellettese

Per la Castellettese calcio sta per finire un’era. Il presidente della società Giuseppe Gentile ha infatti annunciato che a partire dal 30 di giugno lascerà l’incarico. “Dopo 23 anni al servizio di questa società – dice infatti il presidente – mi trovo costretto a lasciare la presidenza della Castellettese. Ho iniziato a seguire questa società quando mio figlio frequentava la scuola calcio. Ho ricoperto prima l’incarico di accompagnatore, poi quello di dirigente, vice presidente e infine anche presidente. Sono stato legatissimo a questa società, al punto che sono arrivato a confidare più nella vittoria della Castellettese che nelle buone prestazioni del Milan, che è sempre stato la mia squadra del cuore. Resterò un grande tifoso della società, ma non potrò più manifestare quel trasporto che mi legava a questi colori e quella passione che mi animava al punto tale che finivo per trascurare molte cose per il bene della Castellettese”.

Una scelta motivata da ragioni personali

Anche per allontanare le voci che circolano in paese sulle presunte ragioni della sua decisione, Gentile ha voluto chiarire il perché di una scelta così radicale. “In paese si dice di tutto – racconta infatti il patron – ma la verità è che devo farmi da parte per dedicare più tempo a me stesso e alla mia famiglia. Per anni e anni ho vissuto per il calcio, per questa maglia. Lavorando dietro le quinte e in modo diretto per far sì che tutto procedesse nel migliore dei modi. Ero sul campo da calcio persino mentre stava nascendo una delle mie figlie. Adesso ho bisogno di una svolta e di più tempo da dedicare alle cose che spesso in questi anni ho trascurato. E’ una decisione che prendo a malincuore. Perché qui nella società si è costituito un gruppo di amici, che devo ringraziare per ciò che hanno fatto per i nostri colori. Mi accompagneranno fino al 30 giugno e anche negli anni a venire, ma io non posso più essere il presidente di questa società”.

Leggi anche:  Strada chiusa: transito vietato al passaggio a livello di Castelletto

Ancora nebbia sul futuro della società

E se da una parte Gentile spera nell’arrivo di un nuovo presidente appassionato e innamorato come lui dei colori biancoazzurri, il futuro sembra ancora incerto. “Mi auguro che si faccia avanti una nuova dirigenza – continua Gentile – occorre una persona animata da una grande passione per il calcio, formata per ricoprire questo ruolo e con le risorse adeguate. Da parte mia lascio in eredità una convenzione per la gestione del campo che sarà valida per i prossimi tre anni”. Dal Comune un ringraziamento per quanto fatto in questi anni. “A nome mio e di tutta l’Amministrazione – dice il sindaco Matteo Besozzi – vogliamo ringraziare Giuseppe Gentile per tutto ciò che ha fatto in questi anni. Si è dedicato  anima e corpo all’Ac Castellettese ed è stato un punto di riferimento per tutto il movimento calcistico, sia nei momenti belli che in quelli meno belli della storia locale di questo fantastico sport”. “Mi auguro che ci sia continuità – aggiunge l’assessore all’istruzione Vito Diluca – ma al di là di ciò che accadrà per la prima squadra, che è un tema secondario per noi, è importante che si riparta con un buon settore giovanile”.