Pioggia di medaglie per la società castellettese di karate al Grand Prix d’Italia di Gerenzano.

Pioggia di medaglie per i karateka del paese

E’ stato un successo davvero importante sotto tutti i punti di vista quello che ha caratterizzato l’ultima prova agonistica dei ragazzi della San Sui Kan karate Castelletto. Allo scorso Grand Prix d’Italia, disputatosi domenica 25 marzo a Gerenzano infatti, la società castellettese ha letteralmente dominato.  Il bottino con il quale la società torna in paese è decisamente cospicuo. Ammonta infatti a 7 ori, 3 argenti e 7 bronzi. Grazie a questi risultati la San Sui Kan raggiunge l’obiettivo del secondo posto assoluto nella classifica per società.

Buoni piazzamenti per molti atleti in gara

Serena Boaga ha ottenuto un oro nella categoria Kumite +50 chilogrammi, sbaragliando la concorrenza di ben 19 diverse avversarie. Per Martina Bernardi invece, la partecipazione alla gara ha portato alla conquista di un terzo posto nel Kumite, di due terzi posti nel kata. Buona prestazione anche per Gabriele Deliguoro, che ha ottenuto un secondo posto nel kumite e un secondo posto nel kata. Ben tre gli ori conquistati nel kata da Alessia Bortolotti, che si è distinta nelle categorie Cadetti, Juniores e Seniores. Laura Niculica ha ottenuto un primo posto nel kumite, Riccardo Carletti un terzo posto, sempre nel Kumite, lo stesso risultato anche per Mattia Bellossi. Davide Tonetto ha conquistato un secondo posto nel kumite. Nonostante fosse solo la sua terza gara, Fatima Serrasi ha ottenuto due ori nella categoria Kumite, su tatami che contano rispettivamente 12 atleti e 9 atleti. Melissa Cadamuro ha strappato un secondo posto nel kumite, mentre Lorenzo Messina si è accontentato di un terzo posto nella stessa specialità, così come ha fatto anche Giuseppe Piro. Nonostante non abbiano raggiunto il podio, hanno dato un’ottima prova di sé Ryan Varalli, Federtico Origgi, Cristian Marasco, Nicolas Parise.

Leggi anche:  Teatro e sensibilizzazione a Novara con la compagnia castellettese Prove d'attore

La soddisfazione del maestro Omarini

Molto soddisfatto, e non poteva essere diversamente, il maestro Gabriele Omarini. “Sono estremamente soddisfatto – dice il maestro – una gara di un livello atletico e tecnico veramente ad altissimo livello, i miei ragazzi hanno saputo tirar fuori il meglio di loro stessi. Sono arrivati quasi tutti al podio, in categorie decisamente complicate e decisamente piene di ottimi atleti. Da incorniciare sempre la prestazione di Serena Boaga, che ha ottenuto un oro nella categoria probabilmente più difficile di tutto il torneo. E sicuramente altrettanto importante è stata la gara di Fatima Serrasi, che con i suoi otto anni e la cintura gialla ha sbaragliato il tatami nelle due categorie battendo atlete con cinture più alte di lei”.